Coca Cola celebra i tesori della Campania

Coca Cola rende omaggio alla Campania con una special edition che celebra le bellezze della nostra regione: le lattine e le bottiglie in pet di Coca Cola e Coca Cola Zero si vestono di alcuni tra i luoghi più celebri della regione per dare vita a un’edizione a tiratura limitata, prodotta nello stabilimento di Marcianise e distribuita in esclusiva nella regione.

Proprio lo stabilimento casertano è simbolo di una lunga unione tra il brand americano e la nostra regione, ma non solo. Infatti, nel 1955 a Napoli nacque Fanta, la storica bevanda fatta con succo di arance italiane. Dal 1977, poi, lo stabilimento di Marcianise si afferma come il più grande del sud Italia con le sue quattro linee e gli oltre 224.000.000 litri di bevande imbottigliate annualmente.

Il sito casertano rappresenta una risorsa importante per lo sviluppo economico e occupazionale dell’intera regione: sono oltre 970 i posti di lavoro, diretti e indiretti, generati nella regione grazie all’attività dello stabilimento e 2.567 le persone il cui reddito di lavoro dipende, parzialmente o totalmente, da Coca Cola. Importante anche l’impatto economico generato con la distribuzione di risorse per 27 milioni di euro, corrispondenti allo 0,03% del PIL regionale. Uno stabilimento strategico su cui Coca Cola HBC Italia ha investito, dal 2010 ad oggi, oltre 32 milioni di euro in ammodernamenti e nuove tecnologie che hanno contribuito a farne un esempio di eccellenza industriale anche in termini di sostenibilità ambientale.

I quattro posti scelti sono: Piazza Plebiscito, Maschio Angioino, Positano e i Faraglioni di Capri.

«Con queste edizioni speciali desideriamo ringraziare l’intera regione, che arricchisce ogni giorno il nostro cuore italiano», dichiara Giangiacomo Pierini, direttore relazioni istituzionali e comunicazione di Coca Cola HBC Italia. «Il nostro legame con la Campania non è solo industriale – continua – essere presenti sul territorio per noi significa farlo in modo responsabile creando valore da condividere con le comunità locali attraverso continui investimenti e progetti concreti di carattere sociale».

La presenza di Coca Cola sul territorio passa anche dal sostegno ad associazioni locali come la Star Judo Club di Gianni e Pino Maddaloni che, grazie ai suoi numerosi progetti di inclusione dei giovani attraverso i valori dello sport e del judo in particolare, si pone come presidio di legalità in un quartiere difficile come quello di Scampia; grazie al contributo della Fondazione Coca Cola HBC Italia, l’iniziativa «Coca Cola celebra i tesori della Campania» è stata l’occasione per donare ai giovani judoka nuove divise sportive per le sfide nazionali e internazionali che li vedranno protagonisti.

 

 

Per essere sempre informato su tutto quello che accade a Napoli segui anche la mia pagina facebook, diventa fan di Napulèblog

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *